3 straordinari giorni in val di Fassa con Parole ritrovate

Carissime & Carissimi

Come sapete da mercoledì pomeriggio a venerdì mattina, 9-11 settembre, Parole ritrovate ha ripreso a ‘vivere’, realizzando quello che qualche mese fa era stato messo sulla CHAT di INCONTRI da Andrea Panizzi come un ‘sogno’ che doveva servire a esorcizzare il Covid che lo stava mettendo a terra e che doveva servire a tutto il movimento per ritrovarsi in presenza mescolando incontri montagna e sport.

In una cinquantina ci siamo ritrovati a Pozza di Fassa, perla delle Dolomiti, a goderne le bellezze intrecciate a un incontro pieno di testimonianze tipiche del nostro mondo e a un incontro del coordinamento nazionale per fare il punto sul presente e per disegnare il futuro.

Ho cercato di allegare alla mail alcune delle tante foto che ci siamo scattate, i commenti che sono stati messi sulla CHAT di INCONTRI e il programma per dare ai tanti che non c’erano la ricchezza della 3 giorni.

Io farò una breve sintesi delle tante cose fatte e mi fermerò soprattutto sul coordinamento nazionale. Sarebbe bello che qualcuno dei partecipanti scrivesse le sue emozioni e me le mandasse. Io provvederò a farle girare a tutta la mailing list.

Hanno partecipato rappresentanti di Parma, Trento, Verona, Padova, Thiene, Genova e Aosta, una bella e importante new entry. Sperando come sempre di non aver dimenticato nessuna realtà.

MERCOLEDI 9 SETTEMBRE ORE 14.30 Testimonianze in tempo di Covid

Chi ha dimestichezza degli incontri nazionali di Parole ritrovate si è subito trovato nello stesso clima ricco di emozioni, di testimonianze, di racconti legati in questo momento ai tempi del Covid. Abbiamo iniziato con Andrea che ci ha raccontato cosa ha significato vivere il Covid sulla pelle, emoziandosi e emoziando tutti noi che l’avevamo seguito nel difficile ricovero ospedaliero. A seguire tutti o quasi i 50 presenti hanno portato i loro frammenti di vita mescolati ai dolori del Covid, ma ancor più alla voglia di riprendere, di ripartire nella gioia di un incontro che a ogni minuto, a ogni intervento è diventato sempre più tenero e gioioso. Se qualcuno lo ha registrato sarebbe bello farlo girare a tutti. Vale veramente la pena. In tanti interventi si sono giustamente inseguiti i ringraziamenti ai parmensi, ottimi organizzatori delle 3 giornate, con un particolare riguardo a Massimo Costa che si è caricato la più parte del lavoro. Grazie Max di cuore da tutti!!!!

MERCOLEDI 9 SETTEMBRE ORE 21.00 Incontro con la cittadinanza e presentazione del libro curato da Alberto Benchimol ‘Disabilità e sport di montagna’

Dopo i saluti di rito delle autorità presenti spazio a esperienze di sport e disabilità, sport grande facilitatore di parità e di fareassieme e quindi inevitabile socio di Parole ritrovate. Alberto Benchimol ha presentato un libro decisamente importante da lui curato, ricco di esperienze in cui lo sport ha riportato alla vita tante persone che dalla vita stavano emigrando e che nello sport hanno ritrovato protagonismo e cittadinanza.

GIOVEDI 10 SETTEMBRE ORE 9.30  Coordinamento nazionale Parole ritrovate.

Non si poteva non approfittare di questa 3 giorni per fare un Coordinamento nazionale. Avevamo predisposto anche un collegamento con zoom che però per motivi oscuri non ha funzionato. Mi scuso con chi ha cercato di collegarsi senza riuscirsi. Con la regia di Roberto Cuni si è iniziato con un bilancio del pomeriggio di ieri da tutti apprezzato anche al di là delle aspettative. Si sono poi ripresi i vari gruppi di lavoro.

COMUNICAZIONE. L’ottimo lavoro fatto da Martino Iannone sull’ANSA sta cominciando ad essere fatto girare ai media locali dalle varie realtà dove siamo presenti. Occorre cercare tutti i possibili contatti che abbiamo nel mondo dell’informazione e rendere sempre più visibile il movimento e la sua sfida. Dall’emergenza Covid dobbiamo trovare la passione per rilanciare una salute mentale che trovi finalmente la capacità di mettere al centro persone e famiglie che sono nel disagio, valorizzandone il sapere esperienziale e stimolando reali percorsi di recovery. Combinazione venerdì Martino ha pubblicato sull’ANSA un Podcast dove ha ripreso l’intervento precedente accompagnato dai suoi commenti. Altro materiale che può essere fatto girare.

INDIA. Purtroppo tutti siamo al corrente di come l’India stia vivendo una situazione drammatica col Covid e come di conseguenza il nostro progetto sia al momento fermo.  Abbiamo discusso sull’opportunità o meno di partire con la distribuzione delle cartoline. Chi è in grado può cominciare: abbiamo bisogno di raccogliere soldi quindi…. Chi oggi è in difficoltà inizierà più avanti. L’importante è avere le cartoline (se qualcuno ne volesse mi faccia sapere) e non perdersi d’animo. Anche questo bellissimo sogno si realizzerà!!!

COORDINAMENTI REGIONALI. Il Veneto è già partito e ha anche in mente di organizzare un evento a marzo 21. La Liguria è ai blocchi di partenza e soprattutto è piena di entusiasmo. La Lombardia, a partire da Brescia, vuole partire e si metterà in contatto con gli storici per trovare la strada giusta. L’Emilia fa fatica a uscire dai confini di Parma e di Modena. Sta riflettendo su una settimana a Rimini (come fatto anche in passato) per sfruttarla nel coinvolgimento del resto della regione. Il Lazio continua a fare da battistrada! Altrettanto buona la situazione in Umbria.

Ci sono poi altre regioni che avrebbero le potenzialità per attivarsi e con cui dobbiamo riagganciarci: Piemonte, Puglia, Campania, Marche.

FORMAZIONE-SENSIBILIZZAZIONE. Il gruppo di lavoro ha lavorato bene e sicuramente la formazione sarà uno dei modi più efficienti ed efficaci per far entrare il movimento nei Servizi e nella comunità. Inevitabile collegare formazione  a coordinamenti regionali e studiare come organizzare tutte le possibili sinergie e  capire meglio come lavorare sul doppio livello: i coordinamenti regionali che organizzano, dove ci sono, la formazione nella propria regione; un gruppo nazionale che si occupa dei territori vergini. Sperando che il Covid ci lasci riprendere i corsi già programmati e lanciarne di nuovi.

CAMMINA ITALIA.  Partito all’inizio come gruppi di camminate ora sembra più orientato a organizzare eventi nelle diverse  regioni per poi arrivare a un incontro nazionale a Roma. Franco il coordinatore del gruppo chiede che vi siano altre adesioni in modo che le diverse  regioni siano il più possibile rappresentate. Mi offro volontario. Gli altri volontari possono contattare Franco al 3483243219.

DIRIGIBILE. Bellissimo sogno, tecnicamente molto difficile. Roberto Cuni che ne è da anni lo sponsor sta pensando a ‘ripiegare’ sulle mongolfiere. Suggestive e molto più semplici da organizzare. Se son rose…

UN NUOVO GRUPPO PER ESPORTARE LA RIVOLUZIONE ‘DOLCE’ NELLE TERRE VERGINI. Una proposta avanzata ieri e ripresa oggi. Emergono dubbi e ‘paure’, ma alla fine si conviene che la ‘rivoluzione’ va fatta anzitutto dove non ha preso piede. Si forma un primo nucleo del nuovo gruppo a cui aderiscono: Roberto Cuni, Massimo Costa, Lamberto Scali, Federico Bruno, Renzo De Stefani. Il Gruppo ovviamente è aperto e chi desidera partecipare me lo faccia sapere. Suggerisco una partecipazione diffusa per regioni e di persone con una certa possibilità di spostamento per potersi incontrare in presenza.  

Si è deciso il prossimo Coordinamento nazionale. Si terrà a Padova il 28 novembre. Anna cercherà la sede. La logica è quella di rendere anche i Coordinamenti itineranti come gli Incontri nazionali per far crescere con l’occasione le varie realtà ospitanti. Il successivo sarà in primavera a Genova in accoppiata col convegno già previsto in tema di bimbi nei Servizi e organizzato dagli amici di Parole ritrovate del Serd di Genova.

GIOVEDI POMERIGGIO 10 SETTEMBRE, VENERDI MATTINA 11 SETTEMBRE

Dalle foto allegate potete farvi un’idea di alcune delle iniziative ludico-sportive organizzate. Tante passeggiate, ma non solo. Vedete Max su un tandem e oltre al tandem si sono state altre ‘avventure’ legate alle mountain bike e non solo. Sono stati momenti di grande piacevolezza dove si sono mescolati i piaceri classici della montagna alle chiacchierate che hanno idealmente fatto proseguire quanto discusso nell’incontro di mercoledì pomeriggio e nel coordinamento di giovedì mattina. Anche qui sarebbe belle che qualcuno ne scrivesse e mi mandasse perché io possa diffondere.

Sotto potete leggere alcuni commenti messi sulla CHAT.

Chiudo con un saluto ai nuovi arrivati di Aosta, Andrea e Alba, con cui speriamo di attivare una bella collaborazione.

Baci tanti e scusatemi se ho dimenticato qualcosa o qualcuno!

Renzo, il vostro antico segretario