report coordinamento nazionale Bologna 22 febbraio e NOVITA’ MOLTO IMPORTANTE

Carissime & Carissimi

L’incontro del 22 febbraio a Bologna è stato partecipato e ricco di entusiasmi!

All’odg 3 punti:

Incontro nazionale di Roma 8-10 ottobre 2020. Giovanni ci ha aggiornato sulla sala che la Regione ha messo a disposizione. Si tratta dello ‘Spazio Rossellini’ una recente ristrutturazione fatta dalla Regione Lazio nei vecchi Studi cinematografici Rossellini. La sala dovrebbe essere visibile su Internet cercandola con un po’ di pazienza (io non l’ho cercata abbastanza) e Giovanni ce ne ha parlato come di una sala molto molto bella e funzionale ai nostri scopi. Il CSV mantiene la sua diponibilità a promuovere l’evento, il che dovrebbe, si spera, garantire un sostegno per gli altri aspetti organizzativi. Ma saremo aggiornati nei prossimi gg/settimane. Giovanni e alcuni suoi ‘collaboratori’ si sono parlati via skype con i trentini per acquisire alcune info organizzative. Abbiamo cominciato a lanciare qualche proposta circa i contenuti dell’incontro. Per molti è utile scegliere un tema e dedicargli almeno un pomeriggio. È una scelta fatta più volte negli ultimi anni, ma che ha funzionato poco perché non c’è stato a livello di gruppi locali l’individuazione di persone che sarebbero intervenute con certezza su quel tema. Se si andrà in questa direzione servirà un maggior impegno da parte di tutti noi. Si è anche ripreso il tema dei percorsi di recovery che negli ultimi anni correvano il giovedì pomeriggio e che hanno sempre incontrato una audience più che buona. Il sabato mattina nella storia degli incontri di solito è sempre stato dedicato all’evento più importante dell’anno. Se così fosse anche quest’anno certamente il Progetto india non avrebbe rivali! Concludendo tutti sono inviati a fare proposte scrivendo a Giovanni mail affigi@libero.it. Facciamolo con una certa rapidità (diciamo entro massimo 2 settimane) così Giovanni raccoglie tutte le varie proposte e se me le manda io le assemblo e le faccio girare nella mailing list.

Progetto India. Ha preso la più parte del tempo anche per l’entusiasmo di molti gruppi che già si stanno attivando in iniziative varie di raccolta fondi. Abbiamo conosciuto la nuova Madre Superiora/Generale delle ‘nostre’ suore Domenicane. È madre Maria che rientra a Prato dopo più di 10 anni passati nelle Filippine. C’era naturalmente anche madre Paola e entrambe ci hanno trasmesso tutta la passione che le anima guardando alla grande avventura che ci aspetta! Ci hanno informato che ad aprile verranno alcune suore dall’India per iniziare un percorso formativo anche in previsione dell’arrivo nella Foresteria del Rosary Convent a Kochi di un piccolo gruppo di donne che cominciano a uscire probabilmente dal settlement. Poi l’auspicio è che, esaurite le pratiche legate al cambio di destinazione d’uso della struttura da Scuola a Struttura socio sanitaria, si possa ripartire con i lavori, con la ricerca dello psichiatria che lavorerà nella struttura, passaggio questo molto delicato, e avviarsi quando tutte le tessere del puzzle saranno al loro posto a partire con l’accoglienza delle 50 donne e con l’apertura del Centro di salute mentale. I vari gruppi presenti (Liguria, Emilia, Trentino, Friuli, Veneto, Umbria, Lazio) ci hanno cominciato ad aggiornare su cosa hanno in mente di mettere in campo e hanno fatto incetta di cartoline che al momento è sicuramente il ‘prodotto’ più spendibile. Da Prato c’era Serena, la Prof. sempre in prima linea e una sua studentessa, che hanno portato il materiale che la loro scuola, un liceo artistico, ha cominciato a produrre: magliette, segnalibri, adesivi, spille, brochure del progetto. Siamo in attesa di sapere se la Regione Toscana si spenderà come aveva promesso e se alcune diocesi italiane a partire da quella di Prato ovviamente faranno altrettanto. Ma come sempre i soldi non sono il problema principale e del resto Barbetta opportunamente sensibilizzato non potrà tirarsi indietro!!! È venuto a trovarci Roberto Morgantini, ideatore delle Cucine popolari di Bologna, una realtà che ha Bologna si è guadagnata grande stima e visibilità. Grazie ai rapporti di amicizia con Mila si sta organizzando per la sera del 3 aprile una cena in una delle sedi delle Cucine popolari (vicina alla Conferenza) per destinare parte del ricavato al progetto India. Invitato d’eccezione il Cardinale di Bologna amico storico delle Cucine. In allegato potete vedere un fiore di loto preparato da Mila e il suo gruppo. È ancora un lavoro in progress e sarà quasi sicuramente accompagnato dai mattoncini che avevano fatto fortuna nella raccolta fondi di Muyeye. Il costo è di 2 Euro al pezzo con rivendita intorno ai 5 euro.Nelle prossime mail avremo ulteriori info. Chi è interessato può comunque sentire direttamente Mila al 3336539180, mail brollomila@gmail.com.

Conferenza nazionale, Utenti e familiari esperti nel supporto tra pari. Se non ci saranno blocchi regionali o governativi la Conferenza è in Calendario e io vi riallego la brochure per chi non l’avesse vista. Se dovesse essere sospesa sarà mia cura avvertirvi in tempo reale. Noi tifiamo perché si faccia e ci sia una bella partecipazione a partire dai gruppi di Parole ritrovate, sia quelli già impegnati nel supporto tra pari, sia quelli che vogliono avvicinarsi a questo mondo che ci vede in prima linea in tante parti di Italia.

ATTENZIONE !!!

Come spesso accade quando meno te l’aspetti il diavolo ci mette la coda! In questo caso la coda sta per una possibile/probabile cancellazione della sede di Roma come 21° Incontro nazionale di Parole ritrovate. Non mi dilungo in questa sede sui motivi, se non per dirvi che sono di quelli su cui non ci sono spazi di discussione e di cui parleremo a Modena.

A fronte di questa situazione è convocato un coordinamento straordinario per sabato 28 marzo a Modena (per questioni di incroci logistici) nella sala riunione del CSV – Centro Servizi per il Volontariato – in Viale Cittadella n. 30 dalle 11.00 alle 14.30/15.00. È a 200 mt dalla Stazione delle Corriere e a 500 mt dalla Stazione Ferroviaria con ampio parcheggio. Vi consiglio di andare a vedere su internet o se siete in difficoltà a telefonare a Manuela Ciambellini che vi darà le info necessarie al suo cell. 3403304950. L’impegno è di arrivare a Modena con alcune proposte alternative e scegliere quella più utile alla causa. Se qualcuno se la sente di candidarsi mi telefoni per aggiornare la situazione. Mio cell. 3351813539.

Sarà una riunione interamente dedicata a questo tema e suggerirei venisse chi è più direttamente coinvolto o una rappresentanza ridotta delle singole realtà nazionali.

Qui mi fermo sapendo che ci aspettano momenti non felicissimi, ma che sapremo affrontare con lo spirito che ci ha sempre caratterizzato!!!

Baci tanti

Renzo

Renzo